Tripla classe A? HA HA HA!

Scritto da: -

Tanto per esaminare l'interessante tema delle faccende domestiche. Un'amica ha cambiato la lavatrice, e ha scoperto, con suo (e mio) sommo stupore che non esistono più lavatrici senza centralina elettronica. Sapete, quelle con cui si può programmare la temperatura, la data, l'ora, il tipo di tessuto, il mezzo carico, la centrifuga, la radiosveglia e le previsioni del tempo.

Esistono solo così. Ed hanno anche altre interessanti caratteristiche:

- la centrifuga a mille giri (che consuma di più)
- i circuiti che si sfasciano ogni tre per due, e la centralina costa poco meno di tutta la lavatrice.

Ma sono classe A! Un bel risparmio! Uh. La mia lavatrice ha 15 anni, è di classe ignota, le funzioni sono acc - spent, ha la centrifuga a 400 giri e l'unica volta che si è rotta… con una martellata sulla pompa si è staccato il calcare ed è ripartita meglio di prima.

Mi chiedo: quanta energia ha risparmiato la mia lavatrice nei suoi 15 anni di vita? Con mille funzioni in meno, e soprattutto NON avendola ricomprata almeno tre volte? 

Ai posteri. 

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    devi ammettere che ci sono almeno due elementi che dovresti considerare nel ragionamento. le lavatrici vecchie consumano molta più acqua e sono molto più inefficienti nergeticamente. la 1000 giri di oggi potrebbe infatti consumare quanto la 400 giri di 15 anni fa. così come la mia panda 1100 consuma molto meno della 127 che era 900 di cilindrata.... Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    Per quel che ne so anche l'utilitaria, sulla carta, più economica e di ultima generazione in città consuma una bella cifra di  carburante, e questo secondo la filosofia costruttiva di produrre auto che consumino abbastanza petrolio per far guadagnare i petrolieri.E' sempre stato così e dubito molto che adesso sul mercato appaiano quattroruote che facciano 100 km/l, anche se i prototipi esistono(Beppe Grillo ne ha parlato molto al proposito).Così come è utopico sperare, per ora, che costruiscano elettrodomestici a basso consumo energetico e a bassa guastabilità, perchè la società dei consumi non può entrare in crisi a causa di una "sciocchezza" come il peak oil.Ovvero, più si guastano , più si comprano nuovi elettrodomestici.Ancora per poco però...  Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    Ciao Debby, ciao Bridge,credo bisognerebbe interpellare un tecnico del settore per  avere un quadro completo dei miglioramenti che ci sono stati nell'efficienza di lavatrici & C. negli ultimi 10-20 anni.Ipotizzando (Bridge) che le lavatrici di oggi consumino di meno, è anche possibile che (Debby) i tempi medi di vita siano ora divisi per 2 o 3 (a causa della cultura "no riparazione, non conviene" )...Quindi potremmo trovarci ad avere - impatto energetico complessivo invariato- l'impatto entropico molto peggiorato - cash flow dei costruttori aumentato  :-)@Bridge: sulle automobili, tranne per i diesel multijet, non vedo delle svolte "epocali" nella tecnologia del motore endotermico di 20 anni fa. Non sono un esperto... però la mia Uno (1100 cc benzina) con una guida opportuna arriva a fare 25 km/L.  Ad oggi, a quanto siamo? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 4 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    @ Paolo sottoscrivo in pieno. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 5 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    Debbi, guarda che le lavatrici con manopolona meccanica per scegliere il programma di lavaggio e centrifuga massimo a 600 giri (a 400 effettivamente no) si trovano anche adesso. Anzi, sono ovviamente quelle più economiche (ma si trovano anche di classe A).Comunque il senso del post è chiaro. In realtà non sarei così estremista sull'elettronica, che può effettivamente aiutare a ridurre i consumi. Il problema è che si creano prodotti non pensati per durare di più e consumare di meno, ma viceversa per durare di meno e pieni di gadget inutili. Non ne farei tanto una questione di elettronica si o no, quanto di filosofia di fondo.   Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 6 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    si chiama analisi del ciclo di vita LCA in inglese, e potrebbe dare tutte le risposte alle nostre mille domande. tiene conto dei consumi vari legati all'esistenza di un oggetto o di un servizio, in tutte le sue fasi di vita, dalla culla alla tomba (Costruzione, Vita operativa, Dismissione). quindi per decidere se cambiare o meno lavatrice basterebbe semplicemente trovare un laureando disposto ad elaborare una bella LCA come tesi di laurea...in generale sarebbe molto molto utile smaterializzare, passare dalla vendita forsennata di prodotti alla fornitura di servizi, che hanno sempre (ho capito bene queste cose leggendo "Fattore Quattro" tanti anni fa)faccio un esempio: posso comprare una fotocopiatrice, e sperare che duri il più a lungo possibile, oppure posso pagare il servizio pagando il costo copia ad una ditta che produce l'apparecchaitura, me la porta in ufficio, ne cura la manutenzione quando necessario e me la sostituisce quando è troppo vecchia. in questo modo il produttore è veramente interessato a produrre beni durevoli, a ridotta manutenzione e riciclabili a fine vita.se volete un altro esempio, parliamo del car sharing Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 7 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    Ragazzi, questa è la cultura consumista, cioè fare cose progettate a tavolino da ingegneri (oggi a questo serve l\'ingegneria) per durare un tot di tempo, e poi capita sempre \"qualcosa\" che ti costringe a comprarne un altro, perche la riparazione non conviene. I trucchi sono tanti (e sono naturalmente segreti industriali), come quello raffinato del componente elettronico che non funziona ad una certa temperatura, se poi lo porti a riparare (è in garanzia no?) ha il tempo di raffreddarsi e comincia stranamente a funzionare; e il tecnico ti quarda pure come un perditempo. Altro trucco: i circuiti stampati dentro alcuni elettrodomestici; sono ricoperti da una \"gelatina\" che protegge il circuito dalla polvere e favorisce la conduzione, solo che dopo un tot di tempo si trasforma in un altra sostanza che corrode il circuito, è questo anche se lo conservi perchè già attivato dall\'uso (è la corrente elettrica che innesca il processo irreversibile). Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 8 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    Il problema principale della nostra societa' e causa principale del nostro futuro rischio di estinzione, infatti, e' proprio il consumismi.Ormai ci siamo abituati a pensare al fatto che qualsiasi cosa vada progettata per "x" anni e costruita in modo da "apparire economica" ma risultare, nel lungo termine, un vero boomerang per l'utilizzatore.Qualsiasi cosa prodotta dall'essere umano non e' una evoluzione della precedente... ma una involuzione. Volete qualche esempio?- automobili: costano molto piu' piu', consumano meno benzina, ma al primo problema sono soldi. E se fai un incidente di medie dimensioni butti tutto per via del sistema di assorbimento degli urti che "disintegra" il frontale del veicolo.- elettrodomestici: consumano meno risorse, costano relativamente poco, ma al di la di qualche piccola eccezione, se si rompono le butti. La vita media e' si e' ridotta di almeno  i 2/3!- case: con l'avvento del cemento armato si e' abbassato il confort "passivo" delle case e aumentato il costo delle stesse. Quelle dei nostri nonni sono perfettamente "agibili" anche dopo 150 anni (c'e' un casolare abitato qui vicino costruito nel 1800 ed e' ancora in ottime condizioni). Quelle moderne, in cemento armato, hanno una vita media di circa 50/60 anni. Poi il calcestruzzo inizia a sgretolarsi. In conclusione, se non torniamo a progettare e a costruire i nostri prodotti e le nostre case pensando alla durata e all'economicita' TOTALE, non andremo mai da nessuna parte.Credo che ci sia da insegnare al mondo un concetto fondamentale che viene ignorato da tutti: il pianeta Terra e' un ambiente LIMITATO e le risorse disponibili sono LIMITATE. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 9 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    Purtroppo il pallino del comando è nelle mani di individui che obbediscono alla legge del profitto ad ogni costo realizzato nel presente. Ciò vuol dire che la frase "salvare il futuro per chi verrà dopo di noi" per questa gente non ha alcun senso.E loro sanno benissimo che la Terra ha risorse disponibili limitate e in pauroso attuale declino.Meglio non contare molto sulla riduzione volontaria e per tempo, da parte dei Governi dei paesi ricchi(specie l'Italia), del nostro tenore di vita.Ciò che non riuscirà a fare l'essere umano riuscirà a farlo il peak oil in grande stile.Questione di pochi anni...   Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 10 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    Beh, io ho fatto un calcolo molto spannometrico. Sono partita dal presupposto, puramente fantasioso, che se per produrre un'auto si consuma tanta energia/risorse quanta ne consumerà nella sua vita, per un lavatrice è lo stesso.Di conseguenza, se la mia lavatrice consuma il 30% in più di una AA, ma dura il 300% in più (in media oggi durano 5 anni, da quel che so), la mia anticaglia ha già attuato un notevole risparmio energetico solo con il ridurre i costi energetici di produzione ad 1/3. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 11 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    Ma la tua anticaglia continua ad esistere e quindi a consumare di più oggi e in futuro.Dov'è il vantaggio, se non quello esclusivamente personale, di non mettere mano al portafogli spesso? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 12 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    ....Paolo... il risparmio e' che in 15 anni di vita non sono stati prodotti almeno 2 esemplari di lavatrice ed altrettanti non sono da rottamare! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 13 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    Purtroppo il concetto di "bene durevole" non esiste più. Come progettista vi posso assicurare che (come molti di voi hanno evidenziato) oggi un generico prodotto viene realizzato per durare un numero limitato di anni (mesi ?...), sia per ridurne il costo della materia prima sia per "garantirsi" un maggiore ricambio generazionale dello stesso. E' una logica perversa che sta portando ud una progressiva riduzione della qualità di tutti i prodotti (le automobili sono un caso eclatante, non vi fate incantare dai mille gadget elettronici, ma guardate la "consistenza" degli elementi di base !...).Non ho mai fatto delle analisi economiche approfondite fra prodotti di differente concezione (e differente età di produzione), ma sono convinto che il vecchio sia in ogni caso più AFFIDABILE del nuovo... Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 14 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    Bernardo, conta il risparmio totale! Risparmiare sulla produzione e sulla rottamazione, ma consumare troppa energia ed acqua nell'arco di vita dell'elettrodomestico, mettiamo 15-20 anni, quale vantaggio ambientale totale mi porta?Comunque a casa ho una lavatrice del 2000 classe A(a carica dall'alto) e non mi ha mai dato alcuna noia meccanica, eppure mia moglie la usa regolarmente, prevalentemente a pieno carico.In 7 anni di vita il mio elettrodomestico forse un po' di risparmio energetico/idrico, sulla produzione e sulla rottamazione di lavatrici lo ha fatto, o no?  Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 15 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    Purtroppo la nostra è una società malata (e aggiungo dotata di data di scadenza). Tra poco si ragionerà così: Non c\'è elettricità per guardare il grande fratello alla TV e per la lavastoviglie? Niente paura da ora c\'è la legge che dice che sei in pratica obbligato a comprare pannelli solari e pale eoliche, che si quasteranno im media ogni 2-3 anni come gli elettrodomestici che usi. Ma vuoi mettere il risparmio energetico e l\'energia pulita? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 16 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    Non serve mica un tecnico della madonna per sapere quanto consuma una lavatrice!! Il processo è molto semplice... In serie all'alimentazione elettrica si mette un ampermetro (in modo da misurare i watt assorbiti), in serie al tubo di alimentazione dell'acqua un flussometro (Già ce lo abbiamo, il contatore dell'acqua, basta segnare il numero prima e dopo il lavaggio). Per il consumo, basta moltiplicare gli ampere per 220 e si ottengono approssimativamente il consumo in watt (salvo carichi induttivi del motore). Non l'ho mai fatto, ma credo che andando a verificare una prova comparata fra lavatrici di oggi e di 15 anni fa NON mi aspetto che ci siano grossissime differenze... Forse al massimo nella rumorosità, non certo nell'affidabilità! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 17 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    In quanto a durata di vita, i pannelli solari attuali non fanno sorridere molto(20 anni massimo), più la manutenzione che ha il suo costo.Io credo che la nostra società sia malata senza speranza, perchè qualcosa mi dice(da quello che leggo su internet qui e là) che il tentativo delle solite lobbie sia quello di puntare su una produzione di energia basata prevalentemente sul carbone e sul nucleare, destinando così il petrolio a buon mercato(non proprio a buon mercato) residuo in gran parte al trasporto motorizzato privato, così da sostenere le case automobilistiche ancora per parecchi anni. In più anche i biocarburanti contribuirebbero in tal senso.Spero di sbagliarmi, ma se fosse davvero così la data di scadenza di questa società da incubo sarebbe anticipata di decenni.Altro che 2100 come prevede l'IPCC... Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 18 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    per sapere quanto consuma la lavatrice, io mi fiderei di questi datihttp://www.topten.ch/index.php?page=uso_unifamilgiare_5kg che forniscce una valanga di dati su moltissime apparecchiature energivorese vogliamo lamentarci va bene tutto, ma andiamoci piano col dire che dopo due anni si butta via l'elettronica!sono sposato da 7 anni, e sto iniziando a dare il cambio adesso agli elettrodomestici di casa! (cellulari a parte) Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 19 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    Paolo......tu hai scritto quanto segue:«Bernardo, conta il risparmio totale! Risparmiare sulla produzione e sulla rottamazione, ma consumare troppa energia ed acqua nell'arco di vita dell'elettrodomestico, mettiamo 15-20 anni, quale vantaggio ambientale totale mi porta?»Bene... io ti rispondo che il consumo dell'acqua non andrebbe neanche preso in considerazione. Perche'? Semplice...: l'acqua viene giu' dalle sorgenti, incanalata nei tubi. La usiamo... e dopo averla "sporcata" la mandiamo nelle fogne. Il depuratore (naturale, ovvero la Natura, o artificiale, ovvero quello costruito dall'uomo) la ripulisce in un tempo piu' o meno lungo. Poi arriva nei fiumi... e da questi al mare. Una volta giunta al mare l'acqua evapora... si formano le nuvole che il vento sospinge verso le montagne. Qui si hanno precipitazioni nevose o piovose.... e quando l'acqua tocca il terreno, almeno una parte di essa torna nelle sorgenti.E il ciclo ricomincia.L'elettrodomestico in se, invece, nasce dalla lavorazione dei metalli... prodotti a partire dai minerali estratti dalle miniere.Una volta utilizzato e gettato, l'elettrodomestico viene portato nella discarica. E li' resta per decine e decine di anni. E prima che le materie prime tornino immediatamente utilizzabili passano millenni. Ergo... l'elettrodomestico "vecchio", piu' affidabile, e' piu' "ecologico"... perche' produce meno inquinamento! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 20 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    Bernardo, confidi un po' troppo nella capacità depuratrice della natura, ma sai bene che l'impatto ambientale odierno dell'essere umano non le concede il tempo necessario affinchè assolva a questo preziosissimo compito.Ergo, il consumo per l'uso in lavatrice ed inquinamento dell'acqua con gli inquinantissimi detersivi usati oggi(ah, il buon vecchio sapone di marsiglia di una volta!) sottrae comunque H2O potabile nel computo generale fra acqua sottratta al ciclo naturale, per scopi diversi dall'alimentazione, e acqua resa allo stesso.In quanto ai depuratori artificiali costruiti dall'uomo e al loro funzionamento, beh, meglio stenderci un velo pietoso.Anche se lo stato dei fiumi e del mare(in prossimità degli scarichi fognari,depurati o no) ci dice purtroppo molto al riguardo... Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 21 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    @ Bernardo: come si va a voler trascurare il costo, anche ambientale, dell'acqua che scorre dai nostri rubinetti? pensa solo a quanta energia elettrica viene utilizzata per pomparla!stasera al posto di annaffiare i miei ciclamini leggerò loro il tuo post, e domani ti mando una loro foto! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 22 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    ovviamente non leggete il senso di cio' che ho scritto.Continuate a preoccuparvi, allora, dell'acqua che scorre dai nostri rubinetti. E nel vano tentativo di ridurne il consumo andate a cambiare la vostra lavatrice....alla fine sarete ben felici di aver risparmiato 1 litro di acqua e aver buttato il vostro elettrodomestico in una discarica! Ah... ovviamente non fate che prendete la macchina per andare a prendere la nuova lavatrice... altrimenti consumerete petrolio e produrrete PM10 e CO2. La nuova lavatrice dovrete trasportarla a spalla... dalla catena di montaggio al negozio e dal negozio a casa vostra! Io, intanto, continuo a preoccuparmi dei problemi VERI... di quelli ai quali si puo' ancora, forse, porre rimedio. Di quelli meno importanti perche' alla fine non arrecano eccessivi danni, al momento li metto da parte. Non sono di vitale importanza per noi Esseri Umani destinati all'estinzione di massa!  Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 23 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    mmm so che negli usa e in altri posti nei grossi condomini si ha una stanza comune dove ci sono tutte le lavatrici e quando hai un po di roba accumulata scendi di qualche piano carichi la lavatrice e nel frattempo te la chiacchieri con la vicina Se non altro ciò comporta una minor quantità di lavatrici a testa. [ed è un paese che si dichiara anticomunista anche] Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 24 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    L\'inquinamento riduce l\'acqua potabile? Non è sempre vero, guardate cosa succede oggi: http://www.apcom.net/news/est/20070416_173533_385a971_17862.shtml Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 25 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    anche in svizzera ci sono le lavatrici condominiali, credo che siano obbligatorie! Bernardo, davvero non ti pare che acqua ed energia siano così strettamente legate? quanti giorni riuscirebbe il tuo acquedotto a rifornirti senza alimentazione elettrica? se poi abiti in una zona dove il problema per tua fortuna non si pone, sappi che non è così per la maggior parte di noi che attendiamo l\'estinzione Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 26 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    ogni consumo implica, inevitabilemente, un peggioramento dell'ambiente, anche se si tratta di un prodotto ritenuto più ecologico. Penso sia quindi sensato tenere la vecchia lavatrice il più a lungo possibile, ev. riparandola quando si può. Nel frattempo usare basse temperature, bassi giri centrifuga, pieno carico e prestare attenzione al tipo di detersivo, quali ad esempio le noci di saponaria. Questo ragionamento è generalmente sempre valido, che si partli di lavatrici come di automobili, di TV o di ogni altro prodotto. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 27 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    Qualche decennio fa in italia era presente un colosso degli elettrodomestici. La Zanussi. Uno dei principali problemi che hanno portato la Zanussi alla rovina e all'acquisto dell'Electrolux è stato che produceva elettrodomestici troppo buoni. Non si rompevano. E quindi, passata la prima fase in cui tutti si sono 'accattati' la lavatrice, il frigo ecc, non riusciva a vendere più perchè non si rompevano e non c'era mercato di ricambio!  Le aziende al giorno d'oggi quando producono un elettrodomestico, sanno già quanto durerà. Si romperà mediamente dopo tot anni. Potrebbero farli molto più buoni? certo, costerebbero sicuramente di più. Se ti compri una lavatrice Miele ti durerà 20 anni. Ma quanto costa rispetto ad una che ti dura 5-7 anni? esatto. molto di più. Alla fine i conti tornano. I soldi sono la chiave di tutto. Nel petrolio come negli elettrodomestici.  Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 28 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    riccardo, cerca cortesemente di fare discorsi seri e non prese per i fondelli. Perche' potrei chiederti se hai mai visto da vicino un acquedotto romano. Loro si che erano evoluti... prendendo l'acqua a Terni e portandola NELLE CASE di Roma senza spendere un grammo di energia.Noi invece, che tecnologicamente avanzati dovremmo esserlo veramente, spendiamo megawatt di energia in pompe di sollevamento che spingono l'acqua in condotte forzate che riescono a trasportare il prezioso liquido per centinaia di chilometri... perdendone anche il 30 - 40% per strada!Questi sono gli sprechi VERI e non il litrozzo in piu' che consuma la lavatrice di 15 anni fa realizzata con pochi e semplici componenti... a differenza di quelle moderne che utilizzano l'elettronica.E in quanto a elettronica... hai idea dell'energia necessaria per realizzare i circuiti integrati? Io si.. perche' ci ho lavorato per 5 anni! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 29 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    calma calma, da domani tutti marsiglia e secchiello, quando c'è il sole. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 30 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    hi hi hi...non vedo l'ora che leggiate il nuovo post... :P  Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 31 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    Bernardo, il discorso è serio! gli acquedotti romani funzionavano im maniera impeccabile, erano eccezzionali e abbiamo sicuramente ancora cose da imparare da loro; però se vuoi utilizzarli come esempio per il nostro futuro devi considerare:quanti milioni di persone all'epoca aveva accesso all'acqua tramite acquedotto?quale consumi pro-capite veniva loro garantito?l'acqua arrivava direttamente in casa o alla fontanella stradale? (tu a che piano abiti? useresti l'ascensore per portare su i secchi?)poi confronta questi dati con quelli odierni, ad aggiungici che senza energia non ci funzionano nemmeno le fognature (e chi può permetterselo potrebbe sempre scendere a concimare l'orto al mattino presto... per chi è senza orto restano le aiuole o i giardini pubblici).a proposito, l'avete letto il libro "Ecologia al gabinetto"  Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 32 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    Occhio, per i consumi d'acqua: il consumo civile (un terzo circa delle estrazioni di acque sotterranee dalle mie parti) ancora in tempi recenti era costituito per la terza parte nientemeno che dallo sciacquone del WC. E non è cambiato molto ad oggi. Prima di lanciare crociate contro gli spazzolini da denti o il lavaggio del pavimento, diamo un’occhiatina a certi numeri. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 33 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    Raga, la centrifuga a 1100 giri consuma poco di più e riduce i consumi per l'asciugatura (comunque anche quelli di riscaldamento, se giustamente non usate l'asciugatrice). Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 34 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    Giusto per essere precisi: la potenza del motore di una lavatrice è circa di 800 W.Una maggiore velocità comporta più modifiche strutturali di vasca e cestello che di motore.Tuttavia ammettiamo che la potenza aumenti più del 30%L'energia consumata in più per ogni ciclo è di 300W x 3 (minuti di centrifuga) = 0,015 kWhSe lavate a 90°C invece che a 60°C consumate circa 1 kWh in più a ciclo.Ho reso l'idea?Comunque sono d'accordo che è molto importante la durata dell'elettrodomestico; ma più della macchina, in questo caso, fa l'onesta del tecnico!!! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 35 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    Ho cominciato a leggere questo sito perchè vorrei maggiori informazioni sulle classi di efficienza energetica degli elettodomestici.Più in particolare, se c'è un vero risparmio o se è una bufala per vendere a un prezzo più alto come spesso sento dire (da ignoranti?)lavatrici, frigoriferi,ecc.ho appreso un sacco di nozioni tecniche nuove,e vorrei aggiungere qualcosa di mio,di utilizzatrice di lavatrice da sette anni.Quella che sto usando è la quarta, giuro che delle altre tre solo una è finita in discarica,fulminata,troppo costoso aggiustarla.Le altre, una era del proprietario della casa e l'altra è finita a mia suocera, io per esigenze di spazio ne ho comprato una ad incasso.Ho scelto una 600 giri,non gliela faccio fare neanche tutta la centrifuga.La lavatrice di prima che ne aveva 800, gli indumenti uscivano stroppicciatissimi, con la conseguenza di un maggiore spreco di energia per stirarli.Senza contare le maglie elasticizzate e le calze che ho buttato perchè fruste. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 36 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    Ciao a tutti,in merito al discorso sui consumi bisogna tener conto di una cosa: la lavatrice (qualunque lavatrice) consuma la maggior parte dell'energia per scaldare l'acqua. Per questo motivo conviene fare un lavaggio a 40° piuttosto che a 90°. solo una minima quota di quello che consuma va per il motorino elettrico e pompa. Dunque la classe energetica tiene conto del totale dell'energia consumata non solo di quella legata ai giri della centrifuga.Se volete saperne di più sul sito dell'Enea c'è un opuscolo scaricabile dedicato unicamente alla lavatrice. Ci sono ovviamente anche per gli altri elettrodomestici come frigorifero, condizionatore etc.God save the energy!  Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 37 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    Ciao,La mia esperienza elettrodomestica è la seguente:la lavatrice aeg carica dall'alto mi è durata 17 anni con la sola sostituzione dei cuscinetti che ho fatto io dopo 15, poi alla rottura del cestello ho deciso per la sostituzione con una che funziona con l'acqua calda prodotta dal pannello solare che me la riscalda gratis ( a parte l'acquisto del pannello 1000,00 euro)da marzo a inizio ottobre tranne  qualche rara giornata ve lo garantisco . Comunque fa risparmiare questa soluzione del  doppio collegamento calda-fredda perche'se il pannello non ce la fa interviene la caldaia a gas che  riscalda l'acqua solo per la parte di riscaldamento mancante.Anche senza pannello solare il riscaldamento dell'acqua a mezzo gas fa risparmiare molto.I mille euro spesi in solare li sfrutto anche per la doccia e per la lavastoviglie e non ha nessun tipo di manutenzione solo un controllo all'antigelo ogni 3-4 anni.  La lavatrice se a qualcuno interessa e' LG da 6 kg carica dall'alto e mi e' costata 3 anni fa 350,00 euro pesa solo 30 kg lava perfettamente ed il motore e grande come una videocassetta! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 38 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    Nel mio ultimo intervento mi sono dimenticato di informare i piu' interessati all'argomento che esistono anche lavatrici prodotte in svizzera che usano per il lavaggio acqua piovana opportunamente filtrata in vari passaggi .Non puo' essere sfruttato il pannello solare per il riscaldamento dell'acqua perche' va con quella  potabile ,altrimenti non lo si potrebbe usare per gli altri usi alimentari .Il prezzo e'  proibitivo visto che si aggira intorno ai 3000,00 euro.Secondo me un'altra chicca e' la lavastoviglie a ultrasuoni  che viene prodotta da qualche anno in giappone , non consuma ne' acqua ne' detersivo ,che sia per questo che per il momento non puo' essere esportata? Ciao a tutti. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 39 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    grazie moreno.ero convinto che in italia non venissero importate le lavatrici co il doppio attacco per acqua calda e fredda (ci vuole il doppio attacco, vero, altrimenti si usa quella calda anche per i risciacqui???) in questo modo sono convinto che si risparmi moltissimo! per usare l'acqua piovana ci vuole comunque un'impianto idrico "duale": l'acqua potabile dell'acquedotto va a tutti i rubinetti di casa, quella piovana raccolta in una cisterna, filtrata e poi pompata va al WC, alla lavatrice e per annaffiare i fiori. (non credo che in svizzera facciano in maniera diversa).speriamo bene per la lavastoviglie ad ultrasuoni!!!   Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 40 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    A riccardo: io sono quel laureando (ormai laurato) che ha sviluppato il modello a cui accenni tu, basato sul Total Cost of Ownership (TCO) o costo totale di possesso. Ed i risultati sono davvero interessanti.. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 41 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    ciao michele, io all'epoca avevo lavorato ad un'analisi del ciclo di vita del biodiesel, che pareva anche cosa buona (adesso si sente da molte voci dire che i biocarburanti sono peggio dei fossili, chissà se io partivo da dati imprecisi o se le cose sono nel frattempo "maturate")mi piacerebbe riuscire a convincere la padrona di casa che si può spendere qualche euro in più per un prodotto più risparmioso, dovendo scegliere... certo che può essere ancora meglio aggiustare, riutilizzare, riciclare, ma non sempre è possibile! ma una cosa non esclude l'altra   Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 42 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    n.b.: scusa michele, per caso hai messo la tesi a disposizione in internet? Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 43 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    Per riccardo e per tutti: ho trovato qualcosa a proposito di quelle lavastoviglie -lavatrici di cui ti parlavo. Forse ci siamo !!!www.tecnocino.it                purizon  ultrasonic washer Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 44 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    il link non funziona...pochi giorni fa ho visto la pubblicità FINALMENTE di una lavatrice con la doppia entrata per acqua calda e fredda!!! ci voleva tanto? secondo il produttore è consigliata per chi fa acqua calda a solare termico, ma per me è risparmiosa anche per chi se la produce con la produce cona la caldaia a gas... Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 45 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    A RICCARDO .Forse ci siamo ,a meno che non le acquistino tutte le varie HENKEL,ecc.http://www.tecnocino.it/articolo/da-purizon-il-sistema-di-lavaggio-a-ultrasuoni/749/                                                                                                                                                                                                                                                                   Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 46 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    Una volta tutti gli elettrodomestici indistintamente erano garantiti e robusti, quindi si potevano scegliere a proprio piacimento. Al giorno d'oggi invece molte industrie hanno peggiorato la qualità, i motori so che li produce un unica ditta e poi li vende alle ditte, grande (anzi grandissima) parte delle ditte utilizza materiali molto scadenti e componenti da poco e di conseguenza i loro prodotti sono delicati e si rompono con una certa facilità. Guardate ad esempio la Candy, che prima produceva delle signore lavatrici, quelle che invece produce ora fanno pena (senza offesa per chi ha una nuova Candy). Anche Ariston e Indesit prima produceva ottime lavatrici mentre invece quelle che produce ora sono letteralmente "di ricotta", se vi dico quante nei vari negozi ne ho viste che già erano scassate in mostra, poi diversi proprietari se ne sono molto lamentati e si sono pentiti di averle prese. Però c'è da dire che molte ditte come ad esempio Miele ed Electrolux producono macchine robuste e garantite. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 47 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    Io ho installato una lavatrice LG economica (direct drive), collegando comunque la presa d\'acqua all\'acqua calda dei pannelli solari... è una BALLA quando ti fanno credere che serve una lavatrice apposita che accetti l\'ingresso dell\'acqua calda. E\' passato solo un anno, ma il tutto funziona benissimo, e la resistenza elettrica della lavatrice non interviene praticamente mai. L\'acqua la immetto a 40 gradi (si miscela nella caldaia a gas in serie tenuta spenta, quindi più fredda del pannello), in modo da non usurare troppo le guarnizioni e la pompa. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 48 su Tripla classe A? HA HA HA!

    Posted by:

    Mi sono imbattuto in questo po po di blog perché ero intenzionato anch\'io a cambiare la mia oramai ventennale (dunque se fosse come per le auto sarebbe \"d\'epoca\"! ) lavatrice;ora al dil à di tutto ho notato una cosa (riguardo i commenti che con questo fanno quarantotto)...se ne sta parlando da cinque anni:Complimenti Scritto il Date —