Sciopero dei benzinai: qualche domanda, qualche risposta

Scritto da: -

"noi vogliamo un mercato realmente liberalizzato perchè al momento esiste un doppio binario di vendita alimentato dalle stesse compagnie petrolifere (rete ed extra- rete) che crea l'inganno del secolo"

retrogas.jpg In un ideale prosieguo al post di ieri, dove i benzinai spiegavano le loro ragioni, ecco le domande che ho fatto e le relative risposte.

- Cosa significa l’acronimo AU?

- Noi abbiamo presentato un disegno di legge chiamato Libera la benzina, dove abbiamo raccolto anche 600 mila firme tra cittadini e consumatori, in cui l’obbiettivo è quello di costituire un mercato all’ingrosso dei carburanti per autotrazione, definito da un Gestore del Mercato secondo principi di neutralità e trasparenza, che pubblicizzi listini settimanali e che renda più comprensibile la dinamica domanda/offerta, restituendo parametri più rispondenti alla realtà di quelli offerti dai valori, solo virtuali e ipotetici, attualmente assunti attraverso l’andamento dei mercati internazionali sui greggi (es. Brent) o sui prodotti finiti (es. Platt’s);
Affidando ad un Acquirente Unico o AU (un po come il modello del mercato elettrico) il compito di ottenere le migliori condizioni di mercato per l’approvvigionamento dei distributori al dettaglio.
Questo permetterebbe di rimuovere il vincolo di fornitura in esclusiva finora imposto alle decine di migliaia di imprese dei gestori che attualmente costituiscono oltre il 90% della rete distributiva.

- Perché hanno inserito quell’articolo nel ddl Sviluppo, se poi non è stato implementato? Chi l’ha fermato?

- Hanno inserito l’articolo 48 in seguito alle pressioni fatte per liberalizzare il mercato dei carburanti e abbassare i prezzi, dopo di che lo hanno utilizzato per fare cassa inserendo nuove accise come quella del fondo unico per lo spettacolo, o per le varie emergenze da ultimo quelle delle alluvioni in Liguria e Toscana. Lo hanno eliminato per le ovvie opposizioni delle aziende petrolifere.

- Perché avremmo un prezzo più basso con la riforma, stante il fatto che protestate anche contro le pompe dei centri commerciali che offrono già un prezzo bassissimo?

- Noi non protestiamo contro i centri commerciali, noi vogliamo un mercato realmente liberalizzato perchè al momento esiste un doppio binario di vendita alimentato dalle stesse compagnie petrolifere (rete ed extra-rete) che crea l’inganno del secolo perchè costringe, cosi come fa con i gestori, la gran parte dei consumatori ad approvvigionarsi nel mercato rete (quello “monopolistico” delle compagnie petrolifere). Il tutto a prezzi maggiori, dove le aziende fanno cassa e costringono anche noi gestori a rimetterci una parte del nostro margine a favore di inutili gadget.

- Tutelare i piccoli non significa mantenere tante piccole stazioni di servizio a prezzi alti?

- Qui non si vuole mantenere tante pompe piccole, anche se con l’attuale sistema si cresce di 3 impianti al giorno, mentre nel resto d’Europa stanno diminuendo drasticamente creando un vero e proprio disservizio verso i consumatori che sono costretti a percorrere molti più chilometri per fare rifornimento. Qui si vuole fermare un monopolio evidente in favore di operatori e consumatori.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Sciopero dei benzinai: qualche domanda, qualche risposta

    Posted by:

    [OT] C\'è ancora il filtro? Guarda un po\' l\'oro di nuovo sopra 1300 euro l\'oncia...mi mandi una pernacchia all\'amico \"ci vediamo tra sei mesi\", eh Debbie? Thanks! YO-HO-HO! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Sciopero dei benzinai: qualche domanda, qualche risposta

    Posted by:

    http://enenews.com/strange-rumor-circulating-via-twitter-in-japan-many-more-fukushima-workers-dead-than-revealed-bodies-may-be-kept-at-medical-school Scritto il Date —

 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Petrolio.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano