Fukushima: la seconda Pripyat

Scritto da: -

Fukushima, un anno dopo, si avvia a diventare il museo di un'epoca. Come Pripyat, vicino a Chernobyl.

fotofukushima.jpg

In occasione del primo anniversario della tragedia dello tsunami giapponese, e del seguente disastro della centrale nucleare di Fukushima, molti giornali pubblicano foto di Fukushima un anno dopo.

Come mai hanno un sapore di “già visto”? Perché, almeno a me, ricordano tantissimo le immagini di uno dei miei siti preferiti: quello in cui Elena Filatova ha postato le foto che ha scattato a Pripyat, la cittadina più vicina a Chernobyl.

Elena annota come la città di Pripyat sia ormai un museo a cielo aperto dell’Unione Sovietica, un momento del 1986 per sempre congelato nella storia.

La stessa cosa accadrà a Fukushima. Invece di bandiere rosse e reliquie militari, avremo laptop abbandonati che diventano pian piano obsoleti sotto le intemperie e sotto i nostri occhi. Magie della catastrofe nucleare.

Foto - Huffington Post

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Fukushima: la seconda Pripyat

    Posted by:

    le foto di Elena Filatova sono post-apocalittiche, intendendo con ciò una post-apocalissi di qualsiasi dimensione (anche tutta la Terra). Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Fukushima: la seconda Pripyat

    Posted by:

    Sembra, un poco più in grande, una qualsiasi periferia urbana italiana. Date un\'occhiata sotto ai cavalcavia o nei terreni abbandonati tra le \"fabbrichette\" degli impreditorini italiani... E\' esattamente uguale, solo un po\' più in \"piccolo\". Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su Fukushima: la seconda Pripyat

    Posted by:

    già ma la maggior parte delle foto si riferiscono ai danni estremi del maremoto (tsunami). Nessuno è ancora riuscito a contare una sola vittima per causa di radiazioni ( forse con dispiacere di qualcuno...) . Mi sembra una differenza piuttosto rilevante con Chernobyl. Inolte i giapponesi (che conosco bene) non hanno alcuna vocazione a fare di un posto un museo. Avete povato a cercare su di Internet le immmagini odierne di Hiroshima e Nagasaki? Scritto il Date —

 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Petrolio.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano