India rivolte: alla Suzuki Maruti bruciano vivo un manager

Scritto da: -

Precariato, maltrattamenti, sfruttamento: gli operai indiani della Suzuki Maruti si rivoltano e bruciano vivo il direttore del personale. Delocalizzazione, anyone?

marutisuzuki.jpeg

Con buona pace dei non violenti e gandhiani, la rivolta più sanguinosa degli ultimi giorni è avvenuta proprio in India.

E si tratta di una rivolta operaia, colmo dei colmi, una rivolta alla fabbrica automobilistica Suzuki Maruti che collabora strettamente col gruppo Fiat.

Stufi di subire maltrattamenti, alcuni operai hanno reagito malmenando un caporeparto. E’ stato l’innesco di una miccia che ha acceso la rivolta in tutta l’azienda, botte e sprangate tra operai e manager, fino all’uccisione del direttore del personale che è finito bruciato vivo. 100 feriti e 91 arrestati.

I lavoratori della Maruti avevano organizzato una serie di scioperi lo scorso anno, di cui uno della durata di 33 giorni. Protestavano contro il precariato (il 70% degli operai è precario, stagisti e interinali) e il licenziamento dei dipendenti a tempo indeterminato per assumere immigrati precari; ma anche contro il finto sindacato imposto dalla casa automobilistica, che non tollera la formazione di altre realtà sindacali.

Gurgaon, la città indiana dove sorgono gli stabilimenti, è un’altra delle tante città “modello” sorte come funghi in India, in Cina e negli altri Paesi della produzione globale. Grattacieli scintillanti stile Dubai, distese di impianti produttivi lunghi ciascuno anche un chilometro, e baraccopoli poverissime dove vive la forza lavoro.

La delocalizzazione dell’industria automobilistica, lo sfruttamento di manodopera locale (spesso giovanissima e propensa a combattere), porta inevitabilmente a questo tipo di scontri, specialmente in Paesi dove il lavaggio del cervello sul “subire senza reagire” non ha ancora fatto breccia a sufficienza. Forse è il caso che ci riflettano su, i nostri Marchionne: il costo del lavoro italiano è un po’ più alto anche perché offre la garanzia che gli operai non ti brucino vivo quando protestano.

Potrebbe convenire, alla fin fine.

Non siamo asini, non possiamo lavorare come schiavi, il problema è l’enorme pressione, ci fanno lavorare come se fossimo 5000 quando non siamo che la metà. La capacità di produzione di Maruti è aumentata da 1 milione di unità a 1,27 nel corso degli ultimi due anni, ma il nostro salario non è aumentato per niente. (Un operaio Maruti)

Segui Petrolio su Facebook

LINK UTILI

Automobili. Basta con l’accanimento terapeutico

E se l’America piange…

L’auto da 2000 euro

Benvenuti nel Diamond Maruti Car Circus

Vota l'articolo:
3.97 su 5.00 basato su 535 voti.  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su India rivolte: alla Suzuki Maruti bruciano vivo un manager

    Posted by:

    \"Gurgaon, la città indiana dove sorgono gli stabilimenti, è un\'altra delle tante città \"modello\" sorte come funghi in India, in Cina e negli altri Paesi della produzione globale. Grattacieli scintillanti stile Dubai, distese di impianti produttivi lunghi ciascuno anche un chilometro, e baraccopoli poverissime dove vive la forza lavoro.\"Potevano chiamarla Nuova Torino...\"Forse è il caso che ci riflettano su, i nostri Marchionne: il costo del lavoro italiano è un po\' più alto anche perché offre la garanzia che gli operai non ti brucino vivo quando protestano.\"Rimedieremo presto.Ascolta le favole di Debbie, Marchy...resta che qui il bestiame è del tutto innocuo e mansueto...non devi neanche star lì a far finti sindcati che costano...quelli nosrtani sono già venduti all\'ingrosso da lustri e lustri...chi te lo fa fare...Ah, già! L\'Italia è fallita e bisogna ormai cercare nuove MAMMELLE DI STATO a cui attaccarsi... Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su India rivolte: alla Suzuki Maruti bruciano vivo un manager

    Posted by:

    E quindi? non capisco la sottolineatura forzata \"Suzuki che collabora strettamente con Fiat\"... bla bla bla. Del resto la quantità di commenti - rispetto al passato- su questo blog sono indicativi della qualità oramai decaduta. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su India rivolte: alla Suzuki Maruti bruciano vivo un manager

    Posted by:

    Con queste proteste io non comprero\' piu\' una Suzuki, non solo perchè non ho garanzie che la macchina sia costruita perfettamente e senza richiami, ma proprio per non sostenere questo tipo di schiavitu moderna Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 4 su India rivolte: alla Suzuki Maruti bruciano vivo un manager

    Posted by:

    Molto interessante... non esistono più le ideologie esistono i bilanci e gli utili, le persone sono una variabile dei costi di produzione.... non ce la possiamo fare con queste categorie. La cosa grave è che ciascuno interpreta il ruolo che gli viene dato da qualcun\'altro: il dirigente era li per aumentare la produzione con gli stessi operai, messo li da un superiore che doveva rispondere agli azionisti, che vedono solo il numero di quanto utile fa la Suzuki maruti. ma sicuramente tra gli azionisti di suzuki maruti ci sarà anche uno di voi magari attraverso le quote di un fondo pensione .... siamo tutti legati..... ma non lo capiamo...... per adesso... un caro saluto a Debora. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 5 su India rivolte: alla Suzuki Maruti bruciano vivo un manager

    Posted by:

    dovrebbero farlo anche in Italia per tante persone che so iooooooo!!!!!!!!! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 6 su India rivolte: alla Suzuki Maruti bruciano vivo un manager

    Posted by:

    e inutile i somari comunisti ritardati, devono sempre ragliare la loro idiozia, \"suzuki che collabora con fiat\" tanto per meterci in mezzo la fiat, ..cari somari, fiat ha rapporti di collaborazione con suzuki nel senso che gli vende i suoi motori... basta... per il resto sono due aziende distinte ... e se capiste le vostre stesse parole capireste anche che uno dei motivi della rivolta sono i licenziamenti..ossia la perdita del lavoro... in italia marchionne ha proposto di RADDOPPIARE i posti di lavoro...a condizione di poter controllare gli impianti ( NEL SENSO DI IMPEDIRE DI BLOCCARE GLI IMPIANTI E DI SCIOPERARE X OGNI FESSERIA COSA CHE NON PIACE ALLA FIOM CGIL CHE TEME DI PERDERE IL SUO POTERE)...pagando di piu se ocorre per gli straordinari... ossia MAGGIORE PRODUTTIVITA per essere competitivi (come fanno in germana..forse che i tedeschi sono schiavi???) ed esportare all\'estero, una grossa scommessa ed un rischio ( investimento di 20 miliardi diconsi 20 miliardi di euro in un paese dove la gente è disperata per la perdita del posto di lavoro e nessuna grossa impresa viene ad investire... un investimento colossale che creerebbe lavoro anche per le generazioni future ) così come ha fatto con chrysler in USA la quale va a gonfie vele e sta assumendo un sacco di lavoratori, infatti quando va in usa i lavoratori lo applaudono perchè gli ha salvati dalla disoccupazione e dalla strada...qui propone di creare lavoro e la FIOM INTELLIGENTISSIMA gli fa la guerra ...è il nemico...bisogna combattere e distruggere la fiat...e poi??? boh... i lavoratori alla miseria e disoccupati.. la FIOM no..hanno grasse entrate da dividersi sui soldi statali loro... E MEGLIO UN BEL CONTRATTO DI LAVORO MA SENZA LAVORO O UN CONTRATTO SE VUOI PIU PESANTE ED POSTO DI LAVORO CHE TI CONSENTA DI VIVERE DIGNITOSAMENTE?? qualunque tonto capirebbe che prima bisogna fare gli investimenti, poi secondo come vanno le case..ossia se l\'impresa guadagna si possono avanzare pretese...se va male ed e a rischio fallimento bisogna prendere quello che passa..meglio del nulla.. ossia salvare l\'impresa ad ogni costo anche facendo sacrifici per impedirle di kiudere. ma questo i comunisti non riusciranno mai a capirlo...grazie a loro perderemo una occasione storica ..il rilancio del settore automobilistico in italia... Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 7 su India rivolte: alla Suzuki Maruti bruciano vivo un manager

    Posted by:

    Hanno fatto bene gli operai a fare quello che anno fatto, sono dalla loro parte.Sono stati dei grandi. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 8 su India rivolte: alla Suzuki Maruti bruciano vivo un manager

    Posted by:

    Ragazzi, ho fatto una breve ricerca e sembra che la Maruti abbia la Fiat India come concorrente.. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 9 su India rivolte: alla Suzuki Maruti bruciano vivo un manager

    Posted by:

    http://www.quattroruote.it/notizie/industria/fiat-suzuki-si-stringe-la-cooperazione-in-india Scritto il Date —