Rinnovabili: il WTO blocca gli incentivi canadesi

Scritto da: -

Avevano ragione i noglobal, nel lontanissimo 1999, quando vedevano nelle "sigle globali" il vero nemico: peccato che nessuno abbia dato loro retta.

eolicocanada.jpg

Aveva creato ben 20 mila posti di lavoro e 4600 megawatts di energia rinnovabile, e principalmente da piccoli progetti locali eolici da 10 kW e micro fotovoltaico.

Il programma statale canadese dell’Ontario, che prevede il riacquisto dell’energia prodotta in loco da parte dell’Ontario Power Authority, una public utility, aveva insomma riscosso un grande successo e prometteva di incrementare ulteriormente sia la produzione di energia pulita che l’occupazione in un momento in cui ce n’è disperato bisogno.

10

Poi è arrivato il castigamatti, nei panni del solito WTO, e ha detto “no”. Basta. Non potete, violate le regole. Quali regole? Quelle secondo cui non si possono dare vantaggi di alcun genere all’economia locale da parte dello Stato. E siccome la produzione di rinnovabili è per sua natura locale, e difficilmente riesce a decollare senza che il governo intervenga con stimoli e incentivi -specialmente nei Paesi poco sviluppati-, ecco che di fatto tale stop del WTO blocca la produzione energetica “verde” nell’Ontario e anche nel resto del mondo. Con le ricadute del caso, sia per i problemi di inquinamento che nell’occupazione. Ma questi son dettagli: è la globalizzazione che conta, e deve essere salvaguardata costi quel che costi.

Commenta il Sierra Club: E’ imperativo che i cittadini e i governi locali e nazionali siano in grado di sviluppare economie ad energia pulita. (…) Il WTO dovrebbe sostenerli, e non ostacolarli.

Ma d’altronde si sa, che questi onnipotenti organismi sovranazionali a tutto pensano fuorché agli interessi delle nazioni, e con esse a quelle dei cittadini. Ne abbiamo avuto un altro esempio recente, con EU e BCE che bloccano le disperate iniziative spagnole per salvare i propri cittadini dalla strada. O con le dichiarazioni del Fondo Monetario, che alle popolazioni dice in sintesi “Arrangiatevi”. Avevano ragione i noglobal, nel lontanissimo 1999, quando vedevano nelle “sigle globali” il vero nemico: peccato che nessuno abbia dato loro retta.

Foto - Photopin

Segui Petrolio su Facebook

Seguimi su Twitter

LINK UTILI

Sabbie bituminose: il Canada non ha soldi per la produzione

Crisi Grecia: zona economica speciale, fabbriche stile cinese

FMI: Christine Lagarde, parla la commare secca

Vota l'articolo:
3.91 su 5.00 basato su 125 voti.  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Rinnovabili: il WTO blocca gli incentivi canadesi

    Posted by:

    Curiosamente questi \"enti sovranazionali\" sono TUTTI composti e fondati dai GOVERNI degli STATI in questione...quindi chi sta fregando chi, cocchina?Dettaglio:\"Aveva creato ben 20 mila posti di lavoro e 4600 megawatts di energia rinnovabile, e principalmente da piccoli progetti locali eolici da 10 kW e micro fotovoltaico.\"Suona anche bene, ma ti sei casualmente dimenticata di dirci a quale modico prezzo è stato realizzato tutto ciò e chi ha effettivamente cacciato la grana... Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Rinnovabili: il WTO blocca gli incentivi canadesi

    Posted by:

    Debbie, leggiti l\'articolo. \"The complaint was made by the EU and Japan\". E non si sono lamentati della tariffa, ma del fatto che per accedervi devi avere almeno il 25% della installazione \"made in Otario\". Tra l\'altro \"The WTO ruling is non-binding, meaning Ontario could simply ignore it and not face any monetary punishment.\" Quindi potrebbero tranquillamente continuare a fare come vogliono, con l\'unico rischio di vedersi rifilare dei dazi da europa e giappone per i loro prodotti. In pratica Europa (germania) e Giappone, che vendono pannelli fotovoltaici e turbine, vorrebbero venderli anche in Ontario, e quindi protestano non per far togliere gli incentivi, che gli fanno comodo, ma per far togliere l\'obbligo del 25% di turbine e pannelli locali. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 3 su Rinnovabili: il WTO blocca gli incentivi canadesi

    Posted by:

    In pratica, questa norma sarebbe vista come una sorta di illecito favoritismo verso l\'industria locale. Se non e\' vincolante, credo proprio che se la fumeranno nella pipa. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 4 su Rinnovabili: il WTO blocca gli incentivi canadesi

    Posted by:

    In pratica, questa norma sarebbe vista come una sorta di illecito favoritismo verso l\'industria locale. Se non e\' vincolante, credo proprio che questo monito se lo fumeranno nella pipa. Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 5 su Rinnovabili: il WTO blocca gli incentivi canadesi

    Posted by:

    Scusa scusa, hai proprio detto \" sta devastando il territorio che dovrebbe amministrare e conservare con una messe di impianti eolici industriali\" ? Stai parlando di installazioni che producono fumi e sostanze cancerogene, che trivellano il suolo e inquinano le acque? QUelle sono le centrali a carbone, mi sa che fraintendi.Tutta la \"devastazione apportata dalle centrali eoliche mi risulta sia un cambio di paesaggio e un certo rumorino di ventole. Scritto il Date —