Laboratori Gran Sasso: quando le tasse sono una cosa bellissima

I laboratori del Gran Sasso sono una Grande Opera che fa onore al nostro Paese. E sapete che vi dico? Sono orgogliosa di aver comprato un paio di lampadine anch'io.

laboratori_t.jpg


Non so se vi è capitato di essere orgogliosi per le tasse che pagate. A me, praticamente mai.


Porto a scuola mio figlio, e mi prende lo sconforto nel vedere muri scrostati e aule malmesse; vado al Policlicnico, e mi attende lo spettacolo di quei meravigliosi edifici ottocenteschi ridotti ad un canile; giro sul Raccordo, e assisto a quattrini spesi per l'ennesimo svincolo autostradale verso un centro commerciale; getto la spazzatura, e penso che finirà in qualche discarica a cielo aperto. Poi apro un giornale, un sito, e non faccio che leggere di soldi pubblici buttati al vento, spariti, usati per cose inutili ad ingrassare amici degli amici, rubati o finiti ad aziende mafiose.


Ieri sera, per la prima volta nella mia vita, è successo di sentirmi fiera di una cosa pagata e mantenuta con i miei soldi: ho visto, grazie allo spettacolo di Paolini su la7, i Laboratori di Fisica del Gran Sasso. E non ho visto il solito laboratorio scientifico pubblico relegato in uno scantinato con macchinari obsoleti, ma una Grande Opera che, questa sì, fa onore al nostro Paese. Ho visto un laboratorio dove non si è badato a spese per avere il meglio e per consentire a moltissimi nostri scienziati (e anche a scienziati stranieri) di lavorare al massimo.

Avrò pagato si e no un paio di lampadine, purtroppo: le tasse sono proporzionate ai guadagni. Ma ho capito una cosa, anzi due: che anche i più convinti decrescitisti sono dispostissimi a dire "sì!" ad una Grande Opera che trivella una montagna, se è davvero importante e utile (anche se solo al progresso della scienza); e poi, che in tutti noi esiste il germe dell'orgoglio per aver contribuito ad un bene collettivo, quando è ben fatto, funziona e porta lustro al Paese.


Un'emozione che non siamo abituati a provare, e credo che in questo risieda la ragione di tanta evasione fiscale. Una nuova BMW oppure buttar via i soldi? Pensa l'evasore. Ma forse l'emozione della BMW potrebbe annullarsi di fronte all'orgoglio di costruire una nuova scuola, un bell'ospedale in cui lavorano medici meritevoli e non raccomandati, un laboratorio scientifico in cui si scoprono cure per tutti, piste ciclabili per i bambini, nuovi treni per i pendolari, tutto costruito onestamente e a regola d'arte con il suo contributo.


Oggi questo blog è assurdamente ottimista, lo so. Torneremo presto al consueto pessimismo cosmico. Ma nel frattempo, lasciatemi godere l'infinito sbalordimento per un'opera pubblica italiana fatta come si deve.


Segui Petrolio su Facebook


Foto - I Laboratori di Fisica del Gran Sasso

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO